Home Mostre

NATURE MORTE

E-mail Stampa PDF
banana-bone50x50

Inaugurazione della mostra di Paolo Bertelli, giovedì 27 gennaio 2011; in esposizione fino al 9 febbraio.


Vanitas vanitatum et omnia vanitas. In tutta la storia della storia dell’arte, la Vanitas, meglio conosciuta come “natura morta”, è sempre stata un genere che aveva lo scopo preciso di lanciare un ammonimento sull’inesorabile passaggio del tempo. La vita è una condizione effimera e fuggevole. Il tempo scorre e logora ogni cosa, senza possibilità di salvezza. E’ la grevità stessa di questa tematica a rendere così audaci e coraggiose le opere di Paolo Bertelli: quadri dal gusto irresistibilmente POP, dai colori brillanti e dal messaggio immediato, dissacrante, ironico. A tratti sfrontato.


Forte è il contrasto fra una tematica di stampo filosofico, ai limiti dell’esistenziale, e la fresca esplosione di colori che emana dalle opere di Bertelli. Perfino una tematica nera ed estrema come quella della morte riesce a divenire luminosa e leggera, quando viene trasferita su un piano nuovo, e quando si riesce nel difficile intento di cambiare la propria prospettiva mentale. D’altra parte, come scrisse Giuseppe Tomasi di Lampedusa: “Finché c’è morte c’è speranza”!


Inaugurazione giovedì 27 gennaio ore 21
 

AL DI LA' DELLO SPECCHIO

E-mail Stampa PDF
passatopresente60x150

Inaugurazione della mostra di Ileana Paolicelli, giovedì16 dicembre 2010; in esposizione fino al 26 gennaio 2011.


Pochi selezionatissimi colori, stesi in pennellate infinte e sottili, compongono le affascinanti visioni di Ileana Paolicelli. Istantanee quasi monocrome di una realtà che sembra estranea, pur non essendo altro che la una metafora nostra quotidianità. Sguardi su una dimensione parallela. Immagini filtrate da uno specchio che non riflette, ma attraverso cui si passa alla ricerca di se stessi, di una realtà nascosta. Un mondo fatto di contrasti: chiari e scuri, linee nette e sfumature. L'essere cosciente si sdoppia dalla propria anima per osservarsi libero e insieme prigioniero di se stesso.

Quello di Ileana è uno stimolo alla ricerca introspettiva. Al centro della sua mostra c’è l’uomo capace di guardare dentro se stesso e oltre. Il primo rapporto da sanare è quello che l’uomo instaura con la società. Carica di convenzioni, essa lo intrappola e lo svuota, fino a trasformarlo in un manichino, in una bambola. E l’anima svanisce come un filo di fumo. Ma se l’uomo è fermo nella propria determinazione, egli non perde del tutto: si cerca. E qualche volta si trova.

Da anni il Dynamo promuove attivamente l’arte, proponendo un calendario serrato di mostre personali, ma anche di eventi, concorsi, presentazioni di libri e mostre collettive. Lo spazio è aperto a qualunque forma d’arte, offrendo un’occasione di visibilità per giovani artisti emergenti, soprattutto milanesi.


Inaugurazione giovedì 16 dicembre ore 21

 

ATTIMI IN UN VORTICE

E-mail Stampa PDF

waterwind_35x60

Una riflessione sulle infinite emozioni e le continue sfide che la vita offre all’esperienza umana, in opere di pittura che sono al tempo stesso autobiografiche e universali. La mostra di Valentina Greco è in esposizione al Dynamo dal 2 al 15 dicembre 2010.


Una galleria di quadri eterogenei, immagini contrastanti e caratterizzate da stili differenti fra loro. Le opere di Valentina Greco nascono come espressione visiva di tanti diversi stati d’animo, che l’artista raccoglie dalla sua personale esperienza, ma che al tempo stesso fanno parte dell’avventura universale del genere umano. La vita di ognuno di noi è diversa e articolata. E tuttavia un’essenza comune alla base di tutte delle nostre emozioni. Un nucleo cristallino che rende possibile l’atto di condivisione delle esperienze, la comprensione reciproca, la creazione di legami emotivi.


Stati d’animo dolorosi e negativi, come quello della perdita di una persona cara o quello della paura, si affiancano a espressioni luminose e positive, come quella della pura gioia, rappresentata nel salto leggiadro di una ballerina. Come nella vita reale, la luce si mescola al buio, creando infinite sfumature intermedie. Pensieri ed emozioni si susseguono in continuazione, in un inesausto flusso impossibile da fermare. Non possiamo fare altro che vivere intensamente le nostre emozioni, lasciarle scorrere dentro di noi e attorno a noi. Seguire la direzione suggerita dal vento. Abbandonarci a quel vortice impetuoso che è metafora del movimento dei nostri pensieri e del susseguirsi delle esperienze. Tanti, infiniti attimi della nostra esistenza passano senza tuttavia andare perduti, se riusciamo a conservarli nella memoria e a farne un potente e personale strumento di crescita.

 

INAUGURAZIONE GIOVEDI' 2 DICEMBRE ORE 21

 

SOGNI.DI.SEGNI

E-mail Stampa PDF

spia50x70

Segni tribali e simboli ancestrali calano nel contemporaneo grazie alla potenza attualizzante di un uso esuberante e goliardico del colore. Le opere del poliedrico artista Gianluigi Roman sono in esposizione al Dynamo dal 18 novembre al 1 dicembre 2010.


Rappresentare l’essenza più pura della realtà attraverso una collezione di segni tracciati su semplici pannelli lignei. Sia i disegni, dal fortissimo contenuto simbolico e dal carattere ancestrale, che i supporti utilizzati da Gianluigi in questa originalissima serie, rimandano il pensiero all’arte delle popolazioni primitive, alle testimonianze dell’uomo preistorico, alla cultura delle civiltà precolombiane. Oggetti, persone, manifestazioni, sensazioni: ogni aspetto della realtà è riconducibile a un simbolo, che a sua volta può essere espresso attraverso un disegno. Nelle tavole di Gianluigi esso è composto da linee essenziali, esatte, assolute. E da colori grafici, saturi, potenti, la cui forza evocativa rimanda agli stati alterati della coscienza, all’ampliamento delle percezioni, alle visioni di carattere allucinogeno oppure onirico. Accanto ai pannelli lignei, Gianluigi propone in mostra anche due serie di fotografie, operazione visiva che segna un vero e proprio passaggio dell’artista dalla produzione pittorica dei pannelli a quella digitale della fotografia.


Gianluigi Roman è artista eterogeneo e versatile. Design, grafica, pittura e fotografia sono i suoi campi d’azione più congeniali. Forme artistiche differenti, accumunate da uno stile molto personale, sempre in grado di emergere e di connotare le differenti opere.

 

 

FOTO.GRAFICA

E-mail Stampa PDF

1_1

Un viaggio tra visioni e illusioni, una forma d’espressione tra fotografia e digital art, a cura dell’artista visuale e architetto Andrea Amadio. La mostra “Foto.Grafica” è in esposizione al Dynamo dal 4 al 17 novembre 2010.

 

Le immagini di Andrea Amadio nascono da un complesso intreccio dei colori, la cui potenza cromatica è in grado di rompere la dimensione piana di partenza, come in un’esplosione. E l’opera diventa tridimensionale. Reale ma non realistica. Andrea, infatti, non cerca la simulazione, ma costruisce il proprio mondo visuale attraverso una grande abilità nel bilanciare forme e colori, modellati attraverso l’uso di tecnologie digitali. Tutte le opere in digital-art di Andrea Amadio sono stampate in formato 50x70 cm, su carta fotografica Kodac opaca con sviluppo chimico.

 

INAUGURAZIONE GIOVEDI' 4 NOVEMBRE ORE 21

 
Pagina 3 di 11

TAGS

Organizzazione Eventi, Feste di laurea Compleanni Happy hour Rinfreschi Disco Club Brunch Locale su tre Livelli Musica Dance Hall  Milano Citypage Apple Conca CSS Andrea pellacini dapunk Underground Eventsbar DesignCloud Patrizio LaCrus DYNAMO.it Lightegg  premio qualita` miglior brunch a Milano Acoustic Angelo Nasti Heroes Arte Spettacolo  Pierangelo Conca Marco  Walter Web design Pierangelo Spirit In The Night the Stone Pony pub Clubbing Pats VILLAGE.

Marchio Depositato

Licenza Creative Commons
LOGO DYNAMO CLUB by patrizio conca is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.dynamo.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at www.citypage.it

Credits

Sito realizzato da Citypage.it | Indicizzazione e posizionamento attività commerciali Locali.