NONLUOGHI

Stampa

nonluoghiSpazi privi di identità, anonimi, e per questo altamente rappresentativi della nostra epoca. Transiti senz’anima per una società sempre più di massa. Sono i luoghi (o, per meglio dire, i nonluoghi) indagati da Barbara Duré, fotografa e acuta osservatrice della realtà che la circonda. L’ultima serie di scatti dell’artista è in mostra al Dynamo, dal 3 al 16 dicembre ‘09.

“I Nonluoghi”, spiega Barbara, “sono quegli spazi in cui le persone transitano, svaniscono nella folla, perdono la propria individualità”. Il processo inarrestabile di massificazione della nostra società priva le persone di quella naturale necessità di entrare in contatto con gli altri. Dell’impulso, a condividere e comunicare, oggi sempre meno spontaneo. Centri commerciali, aeroporti, stazioni: ecco i nonluoghi immortalati negli scatti di Barbara, la cui insolita tecnica fotografica tenta di tirar fuori vita e colore anche dai soggetti caratterizzati dal grigiore, esteriore ma soprattutto interno.

Con un passato dedicato alla decorazione e alla pittura, Barbara scopre qualche anno fa la fotografia e ne sperimenta il lato artistico, creativo e comunicativo. Le sue immagini sono caratterizzate da forti contrasti, colori saturi e forme sfuggenti.

INAUGURAZIONE GIOVEDI 3 DICEMBRE ORE 21