VARIAZIONI "IN FIERI"

Stampa

_low

Il costante cambiamento come espressione emotiva dell’inadeguatezza dell’essere. Come dei flussi di coscienza interrotti da urla improvvise, le opere di Paola Brusa gridano il dolore dell’uomo in costante lotta con il proprio tormento interiore. La mostra Variazioni “in fieri” è in esposizione al Dynamo dal 21 ottobre al 3 novembre 2010.

Una ricerca rivolta all’interiorità umana, attraverso l’indagine delle manifestazioni esteriori del corpo. Vero teatro dell’emozione che si agita al di sotto della superficie, il corpo si avvita e si contorce. Assume forme nervose e taglienti. Rivela gli squarci prodotti dalla potente contrapposizione tra Eros e Thanatos: una polarità che libera la bestialità delle pulsioni individuali emergenti direttamente dall’inconscio.

Per Paola Brusa, architetto con la passione per la pittura, il disegno diventa lo strumento per viaggiare sull’onda dei flussi di coscienza dei personaggi da lei rappresentati. Il loro evidente tormento interiore è generato dal mutare continuo delle loro emozioni, in un vortice senza sosta. L’unico elemento costante è il cambiamento stesso. E per Paola, nel suo personale percorso artistico, il cambiamento passa attraverso la sottrazione del colore: la potenza evocativa della cromaticità e del colore magmatico cede il passo alla contrapposizione di bianco e nero. Solo sporadicamente interrotti da vaghe macchie di colore, i due non-colori per eccellenza sono i simboli di un’estrema volontà di sintesi. Il punto di arrivo di una lunga ricerca, oppure una rincorsa per tornare con più forza al colore e alla materia? La stella danzante nasce dal caos, per poi tornare a disfarsi nell’increato.

INAUGURAZIONE GIOVEDI' 21 OTTOBRE ORE 21