SACRO e PROFANO

Stampa

raulDal 5 al 18 febbraio, con le sue opere a collage su legno, Raul invita alla riflessione sugli atti vandalici che quotidianamente profanano l’ambiente urbano in cui viviamo.

Giovedì 5 febbraio 2008, il Dynamo inaugura una nuova mostra d’arte, dando spazio, questa volta, ad una tecnica innovativa e insolita quale è quella creata da Riccardo Raul. La continua ricerca di nuove espressioni artistiche ha condotto Raul alla realizzazione di collage polimaterici, principalmente su base lignea, che negli ultimi anni hanno ottenuto grandissimo favore di pubblico. I collage su legno presentati al Dynamo sembrano sporcati e rovinati: sono i simboli di quella “violenza” che Raul vede perpetrata nei confronti dello spazio urbano. Le città – dice l’artista – sono piene di cartelloni, immagini, monitor. Pubblicità di viaggi, mostre, arte. Figure femminili. Oltre a mille splendidi monumenti, vie, angoli, piazze, porte. La città è una vera e propria mostra a cielo aperto, ma spesso, troppo spesso, tutto ciò viene imbrattato, sporcato. Assistiamo dunque alla profanazione di qualcosa di bello, di “sacro”, tramite dei gesti di sfregio che tuttavia possiedono, a volte, un forte valore comunicativo, in qualche modo addirittura artistico. E’ una domanda difficile e provocatoria quella che ci pone Raul, che spesso, confessa, si compiace nell’osservare l’originalità di alcuni atti profanatori: E’ possibile che anche il vandalismo sia una forma d’arte?

INAUGURAZIONE: GIOVEDI' 5 FEBBRAIO ore 21.00