EQUILIBRI SOSPESI

Stampa

constellation_one2

Atmosfere sospese. Sensazioni in bilico tra realtà e sogno. Delicati giochi di incastri e di equilibri. Le grandi e colorate tele di Roberto De Santis, pittore affermato, stimolano i sensi e l’immaginazione degli avventori del Dynamo, dall’8 al 21 ottobre ’09.

Dipingere, secondo Roberto De Santis, equivale a fuggire verso spazi sconosciuti, lasciandosi trasportare dal colore, dal suo movimento e dall'infinita possibilità di combinazioni che offre. La tela bianca che attende il fluire del colore altro non è, scriveva Montale, che "la maglia rotta nella rete che ci stringe", la possibilità di fuggire da "questo lembo di terra solitario" verso uno spazio libero, senza condizionamenti, anni luce lontano dalla realtà visibile.

La mostra presentata da De Santis al Dynamo è l’ideale prosecuzione dell’esposizione In limine, allestita quasi due anni fa presso la galleria Jelmoni di Piacenza. La possibilità di una fuga attraverso la pittura, e l’eccitazione che tale idea procura, erano stati i principali spunti di riflessione. Spunti nuovamente esplorati da Roberto, nelle tele a olio, acrilico e stucco esposte al locale, alla ricerca però di nuovi percorsi mentali, e nuovi risultati artistici. Attraverso gli strumenti ben noti a qualunque pittore – il colore, il movimento, l’energia del segno – egli prosegue la propria sperimentazione.

INAUGURAZIONE: GIOVEDI' 8 OTTOBRE ORE 21